PER COSA SI COMBATTE

Questo volume, rispetto ai precedenti, si addentra maggiormente nella storia della Grande Guerra, in quanto la narrazione si avvicina molto di più ai campi di battaglia, accennando alla storia militare e dunque alle manovre degli eserciti sul fronte. Sebbene rispetti la precisione del dato storico e militare, il volume risulta comunque accessibile a tutti, infatti, i pochi termini tecnici utilizzati sono sempre spiegati direttamente nel testo, mentre le splendide illustrazioni aiutano a comprendere appieno gli avvenimenti. Caporetto e Vittorio Veneto sono le due grandi battaglie a confronto, considerate anche in relazione alla loro fama negativa, che talvolta ha distorto la realtà dei fatti. Dunque se volete sapere come sono andate davvero le cose fra l’ottobre 1917 ed il novembre 1918 ma non ve la sentite di affrontare testi più imponenti e tecnici, questo volume è la giusta via di mezzo. Il formato sembra tradizionale, ma non fatevi ingannare dalle apparenze: a sorpresa, nel testo, si aprono numerose illustrazioni di grande formato, alcune delle quali raggiungono ben 80 cm di larghezza! L’età minima consigliata è quella a partire dagli ultimi anni della scuola secondaria di secondo grado (meglio se accompagnati da un docente). Non resta che immergersi nel nuovo racconto!

 

PER COSA SI COMBATTE 
Dalle sconfitte nascono le grandi vittorie

Clicca sull’immagine per leggere qualche pagina del volume

 

DI COSA PARLA

Questo racconto vuole narrare di due grandi battaglie, Caporetto e Vittorio Veneto, in un dialogo fra sconfitta e vittoria, cercando le ragioni dei fatti sia nell’animo dei protagonisti che nell’efficienza delle armi a disposizione. Ciascun evento è presentato sia dal punto di vista dei vincitori che dei vinti, nella speranza che, pur nell’estrema sintesi e semplificazione dei fatti, il quadro generale appaia più chiaro. Alcuni fra i protagonisti della Grande Guerra raccontano in prima persona quello che seppero, videro e pensarono allora, cercando di rompere quel muro di facili giudizi che ancora avvolgono questi fatti e che sono frutto del nostro “senno di poi”. Naturalmente, per mantenere una certa continuità narrativa, si fa cenno anche alle battaglie del Piave, che furono l’inizio della Vittoria italiana. Tuttavia, questa incursione fra le pagine della storia non mira a narrare compiutamente tutti gli accadimenti di quegli anni ma, al contrario, tenta di individuare i motivi per cui italiani ed austro-ungarici vinsero, persero, continuarono a combattere. Giacché, in ultima analisi, proprio l’animo e la volontà dei soldati furono decisivi nello stabilire le sorti della Grande Guerra, forse più delle armi.

 

A CHI È RIVOLTO

Il volume è dedicato a tutti coloro che nella vita quotidiana lottano per qualcosa di buono e di importante, per sé e per gli altri, pur temendo di non arrivare ad ottenerlo. In queste pagine si cela infatti una grande dose di coraggio mista ad un po’ di sana riflessione. È parimenti rivolto a chiunque abbia voglia di scoprire alcuni “luoghi meno comuni” della storia di Caporetto e Vittorio Veneto: con qualche pillola di storia militare e qualche mappa semplificata, scoprirà in breve di riuscire a destreggiarsi in mezzo alle battaglie come mai ha fatto. Per i cultori della materia… beh, per loro il tutto è fin troppo semplice, ma le immagini sono splendide e non potranno fare a meno di apprezzarle.

 

COME È FATTO

Questo volume offre più livelli di lettura, pensati sia per coloro che vogliono semplicemente conoscere qualche pagina di storia, facendosi guidare dalla curiosità e dalle splendide illustrazioni, sia per coloro che vogliono acquisire alcune “chiavi di lettura” utili per poter affrontare testi più complessi sull’argomento. Gli strumenti a disposizione sono: • Sezioni ”dal punto di vista di”: i protagonisti raccontano i piani preparatori e l’andamento di alcune battaglie tramite delle soggettive che aiutano il lettore a capire obiettivi e criticità di entrambe le fazioni;
Narrazione per immagini: alcuni degli eroi della Grande Guerra raccontano gli avvenimenti che li riguardano in prima persona. Il lettore si troverà letteralmente “catapultato” nella vicenda, aiutato in questo dalle illustrazioni;
Note lessicali e di approfondimento: in queste pagine si forniscono gli strumenti essenziali per comprendere i principi generali che regolano una manovra militare come la ritirata, pur senza essere degli esperti in materia.
Mappe semplificate: aiutano a focalizzare i principali luoghi menzionati nel testo, nonché la collocazione e l’orientamento delle tavole grafiche che accompagnano il racconto.